Lunedì - Venerdì 9-19 | Sabato 9-13
+39 06 49272801 Via Solferino, 28 - 00185 - Roma

Canarie a tutti i costi?

PRIMA DI PARTIRE

Posso recarmi alle isole Canarie per un viaggio?

Sì.
Per tutti coloro che arrivano da un paese UE.
La quarantena non è obbligatoria ma bisogna rispettare una serie di procedure. Vediamole insieme.

Come mi devo comportare prima di partire?

1) Arrivando dall'Italia, bisogna presentare un certificato che accerti di essersi sottoposti ad un tampone molecolare (PCR) risultato negativo, effettuato nelle 72 ore antecedenti all'ingresso del paese. I test rapidi NON sono ammessi.

2) Bisogna compilare un modulo di controllo sanitario FCS sul sito del governo spagnolo, spth.gob.es. scaricabile a questo link: Da questo si ottiene un codice QR che bisogna mostrare ai punti di controllo all'arrivo in Spagna. Si consiglia, inoltre, che il certificato sia in spagnolo o in inglese.

3) In aeroporto le autorità competenti rilevano la temperatura (per febbre si intende uguale o superiore a 37,5) ed ulteriore verifica visita dell'assenza di sintomi.

4) Portare sempre con sé carta d'identità valida per l'espatrio o passaporto.

DURANTE LA PERMANENZA

Quali sono le misure da rispettare nelle isole?

1. Distanza interpersonale (stabilita a 1,5 metri).

2. Uso di mascherine obbligatorio per adulti e bambini da 6 anni in su nelle pubbliche vie, negli spazi all’aria aperta e in qualsiasi spazio chiuso di utilizzo pubblico, o che sia aperto al pubblico, mantenendo comunque la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1,5 metri.

3. Frequente igiene delle mani (con acqua e sapone o con gel idroalcolico).

4. NON sarà consentito fumare, utilizzare dispositivi di inalazione di tabacco, pipe ad acqua, bong, narghilè o simili nella pubblica via e negli spazi all’aria aperta, a meno che non risulti possibile garantire il mantenimento di una distanza di sicurezza interpersonale di 2 metri.

Quali sono le prevenzioni adottate dalle strutture ricettive?

Negli spazi comuni degli Hotel, come bar, sale animazione, e ristorante, i posti sono ridotti. Le camere nelle quali soggiornare e gli oggetti di comune utilizzo all’interno di essa verranno giornalmente sanificate. Nei ristoranti verranno utilizzati pannelli in plastica ed i piatti saranno distribuiti in unità monodose protette dall’ambiente.

Spiagge e piscine sono aperte con obbligo della distanza di 1,5 m tra gruppi di sdraio e ombrelloni ed anche la disinfezione tra un cliente e un altro.

Si esclude l’obbligo di utilizzo della mascherina durante il bagno e durante la permanenza in uno spazio determinato, senza spostarsi, e sempre che si possa garantire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale tra tutti gli utenti non conviventi. In qualsiasi caso, l’uso della mascherina sarà obbligatorio negli accessi, negli spostamenti e nei passaggi che si effettuino in tali spazi e installazioni.

Quali altri dettagli devo conoscere? 

  • L’intrattenimento notturno è stato sospeso. Pertanto, NON si potrà uscire dopo il coprifuoco notturno. Questo varierà da isola ad isola.
  • I ristoranti sono aperti e si sono adeguati alle norme vigenti, con posti ridotti e distanziati, menu QR code, dispenser igenizzanti e pulizia giornaliera.ù
  • I mezzi pubblici sono in funzione. Anche qui vengono adottate tutte le norme di sanificazione.
  • Gli spostamenti da un'isola all'altra dell'arcipelago sono possibili. Se si cambia isola, bisogna dimostrare di soggiornare in una struttura ricettiva e presentare Test PCR con esito negativo effettuato nelle 72 ore precedenti l'arrivo nell'altra isola. È necessario presentarlo al momento del check in presso la struttura ricettiva di vostra scelta.

RIENTRO IN ITALIA

1) devi compilare un'autodichiarazione che trovi qui e dimostrare di esserti sottoposto a test molecolare o antigenico con risultato negativo nelle 48 ore precedenti il tuìo arrivo in Italia;

2) Appena entrato in Italia, devi comunicare la tua presenza all’Azienda Sanitaria competente per territorio;

3) in assenza di test che dimostri la negatività nelle 48 ore precedenti all'arrivo in Italia, si è sottoposti a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria;

4) in aggiunta con ordinanza del 30 marzo 2021 in vigore fino al 30 aprile 2021 chi rientra o transita da paesi presenti nell'allegato c (Spagna e canarie incluse), indipendentemente dall'esito del tampone/test deve sottoporsi a un periodo di cinque giorni di quarantena presso la propria abitazione o dimora. Al termine della quarantena bisogna effettuare un'ulteriore test che dimostri la negatività al covid-19